Le tecniche della MFXI

L’MFXI® si è sviluppata nel tempo come un trattamento sempre più complesso ed articolato.

In anni di studio e ricerca quella che era una semplice tecnica di trattamento dei tessuti molli è diventata un metodo completo e integrato per affrontare tutte le più complesse patologie osteoartcolari.

La MFXI® comprende l’utilizzo degli Stimolatori transcutanei Puntiformi (S.T.P.® ) nelle svariate configurazioni possibili.Gli S.T.P. ®possono essere usati come attrezzi solisti oppure essere utilizzati come parte iniziale del trattamento di MFXI®

La MFXI Classic® è definita come il trattamento basato sul l’utilizzo di attrezzi quali: il puntone singolo o doppio, il tripode, il pettine la lama ecc. La MFXI classic® è insostituibile nel trattamento dei PAM o Trigger points.

0041-MFX copia

La MFXI Hooks® comporta l’uso dei ganci MFXI® garantendo una azione profonda di liberazione delle fasce connettivali e la lisi delle aderenze cicatriziali o fibrotiche.

Tutti questi strumenti possono essere montati sul percussore neuromuscolare PNM® al fine di ottenere un azione ancora più efficace associando la vibrazione modulata alle varie tecniche di MFXI.

Il PNM® può essere inoltre utilizzato, con gli appositi puntali (MFXI fingers®) , per le manipolazioni sia vertebrali che delle articolazioni periferiche.

DSC_0018_RIT

Gli MFXI Fingers® sono particolarmente indicati per tutti i trattamenti delle inserzioni miotendinee e legamentose

La MFXI® si avvale anche della integrazione con la CCT® Colour Cupping Therapy.

La CCT ®, pur essendo una tecnica autonoma che agisce tramite la suzione classica propria della coppettazione esaltata dal supporto fotonico e frequenziale della cromoterapia, è da anni integrata nei protocolli di MFXI con risultati estremamente interessanti.

Infine la magneto terapia a campi stabili si associa al trattamento di S.T.P. ®professionale e viene utilizzata come terapia a dimora in molte patologie trattate con la MFXI®.

rotori

Risulta chiaro da queste brevi righe che la MFXI® è realmente integrata in quanto utilizza nella sua pratica più metodi di lavoro che correttamente orchestrati portano alla risoluzione di molteplici patologie.

E’ altrettanto evidente che apprendere l’utilizzo appropriato di tutti queste attrezzature richiede un percorso nel tempo e uno studio teorico pratico costante e dedicato.

Di Giulio Picozzi e Virginio Mariani

Comments are closed.